Stampe Artistiche e Oggettistica
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Guerra Tonino

Antonio Guerra, detto Tonino è nato a Santarcangelo di Romagna nel 1920 dove è morto nel 2012. Maestro elementare, fu inizialmente appassionato di pittura. Dipingeva ad acquarello ed a inchiostro. Nel 1944, durante la seconda guerra mondiale venne deportato in Germania e rinchiuso in un campo d'inernamento a Troisdorf. Dopo la liberazione, si laureò in pedagogia presso l'Università di Urbino di Carlo Bo che ascoltando la sua una tesi orale sulla poesia dialettale e leggendo le poesie composte nel campo di prigionia, decise di pubblicarle, a sue spese. La raccolta s'intitola I scarabocc (Gli scarabocchi); Bo ne firmò la prefazione. Nel 1953 Tonino Guerra si trasferì a Roma dove dette vita a numerose installazioni artistiche, mostre permanenti che prendono il nome de I Luoghi dell'anima tra cui: L'Orto dei frutti dimenticatiIl Rifugio delle Madonne abbandonateLa Strada delle meridianeIl Santuario dei pensieriL'Angelo coi baffi e Il Giardino pietrificato (quest'ultimo è stato materialmente realizzato dallo scultore Giovanni Urbinati). Una sua installazione artistica, L'albero della memoria, è presente anche a Forlì presso i Giardini Orselli. Guerra riprese anche il suo iniziale amore per la pittura. Morì all'età di 92 anni il 21 marzo 2012, in coincidenza con la celebrazione della Giornata Mondiale della Poesia istituita dall'Unesco. Le sue ceneri sono state incastonate nella roccia, al di sopra della sua Casa dei mandorli a Pennabilli, nel punto in cui si ammira la vallata, paese in cui ha abitato negli ultimi 25 anni e di cui ha detto "è il posto dove trovi te stesso!".